Kubica rimane molto realista dopo i test

Kubica rimane molto realista dopo i test

2 agosto 2017 – Robert Kubica ha detto che è rimasto "molto, molto realista" riguardo alle sue possibilità di tornare a tempo pieno in F1 in futuro, dopo il test odierno.

Questo è stato il test più probante, rispetto ai precedenti, svolti sempre con una Renault, ma di anni addietro, su circuito non più presenti nel mondiale di F1.

Oggi il pilota polacco ha mostrato una imponente consistenza e ritmo, dove ha ottenuto 1m21s e 1m22s, e ha concluso la giornata con più di due distanze di gara.

Il miglior giro di Kubica è stato cronometrato in 1:18.572, con le Ultra Softs, che ha significato il quarto tempo di giornata, a poco più di 1,5 secondi dal leader di giornata, Sebastian Vettel.

Adesso sono salite le possibilità di un ritorno di Kubica in F1, dato il tasso del suo progresso, ma al momento Kubica non vuole porsi obiettivi a breve periodo.

"Tutto può succedere in futuro, ma dobbiamo essere realistici, niente sarà facile", ha detto Kubica.

"Una cosa è sicura, se non dovessi farcela a tornare in F1, non rimarrò deluso, perché sto esaminando questa possibilità, questa situazione, in modo molto, molto realistico. Apprezzo la Renault e ciò che hanno fatto. Quando ci siamo incontrati per la prima volta non credo che qualcuno stava pensando di farmi guidare in una giornata ufficiale all'Hungaroring, ma è accaduto. Questo mostra che gli ultimi due mesi e mezzo sono stati molto importanti, non solo per me. C'è molto da fare, ma è lontano il mio ritorno, quindi vorrei godermi il momento e pensare a quello che è successo oggi, perché molte cose sono avvenute mentre stavo guidando. Se ottengo la possibilità di saltare di nuovo in macchina, penso che sarà molto più facile, più familiare. Per un pilota la migliore sensazione che può avere è quando tutto è così facile da non pensarci, ma quando tutto è nuovo, devi pensarci e concentrarti sulle cose".

Kubica è stato comunque incoraggiato dalla sua prestazione e dalla condizione fisica generale, soprattutto in considerazione delle alte temperature presenti.

"L'Ungheria conosciamo tutti che è una pista difficile, è un tracciato tra i più fisici. Come ha detto Nico Hülkenberg, una volta che puoi guidare qui, probabilmente sei in grado di guidare ovunque. È stato un lavoro duro, ma penso che la maggior parte dei piloti abbia avuto un momento difficile oggi. Non è stato facile, non mi nascondo, ma è stato buono. Abbiamo fatto più di 140 giri. Domani, dovessi farlo, potrei guidare senza problemi, parlando a livello fisico. Tutto può essere migliorato, ma se qualcuno mi avesse detto tre mesi fa che sarei statto qui e coperto 140 giri, avrei firmato subito, ma ora che sono qui, penso già a fare meglio e di più".

argomenti

Comments

altre news

  1. lunedì 23 ottobre 2017

  2. domenica 22 ottobre 2017

  3. 09:29

    Vettel: il passo gara ora è buono

    Secondo dietro a Lewis Hamilton, Sebastian Vettel ha commentato le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti ad Austin, in…

  4. 00:41

    Hamilton in pole, secondo Vettel

    Non c'è stata storia nelle prime due giornate del Gran Premio Usa in quanto Lewis Hamilton è sempre stato il più veloce e…

  5. sabato 21 ottobre 2017

  6. 00:39

    Hamilton resta al top anche in FP2

    Lewis Hamilton è rimasto al vertice della seconda sessione di prove del venerdì pomeriggio del Gran Premio degli Stati Uniti…

  7. venerdì 20 ottobre 2017

  8. 20:20

    Hamilton il più veloce in FP1

    Il pilota della Mercedes Lewis Hamilton ha segnato il tempo più veloce durante la sessione di apertura delle prove libere del…

  9. giovedì 19 ottobre 2017

  10. mercoledì 18 ottobre 2017

  11. 20:16

    Mallya crede nel quarto posto

    Il boss della Force India Vijay Mallya ha detto di credere al quarto psto nella classifica costruttori. Questo dopo aver fatto…